Laboratory Dance Project a Milanoltre

Al Festival Milanoltre focus sulla Corea: la compagnia Laboratory Dance Project di Seoul, stile coreografico elegante e aggressivo e danzatori dallo straordinario talento.

https://biglietti.elfo.org/rassegne/25-festival-milanoltre-2018.htm

Look Look pone domande fondamentali sulla vera identità di ciascuno di noi, traducendole in una coreografia corale e di grande impatto. «Dong-kyu Kim ha creato un lavoro affascinante. La sua capacità di utilizzare ogni angolo dello spazio, un caleidoscopio di colori, in una composizione stilistica impeccabile, dimostra che merita di essere uno dei coreografi che guideranno la prossima generazione». (Gukje News). No Comment di Chang-ho Shin è il pezzo di punta della compagnia: dieci business men pronti a strapparsi di dosso giacca e camicia per ballare in strada e far entusiasmare il pubblico con le loro grandi abilità fisiche in una danza di acrobatica euforia.

TEATRO ELFO PUCCINI | SALA SHAKESPEARE | GIOVEDÌ 27 SETTEMBRE ORE 20.30

LABORATORY DANCE PROJECT

LOOK LOOK
coreografia Dong-kyu Kim
interpreti Set-byeol Lim, Sung-hyun Kim, Hyuk Kang, Na-ra Yoon, Bo-ram Kim, Su-in Kim, Jeong-min Lee, Geon Jung, Ho-young Shin, Ji-ho Jang, Rog-yee Jung, Joo-hee Lee, Yoon-joo Han, Hong Lee, Ha-neul Jung
musica Hyong-min Kim – luci Jung-hwa Kim – costumi In-sook Choi

NO COMMENT
coreografia Chang-ho Shin
interpreti Won-ho Jang, Sung-hyun Kim, Hyuk Kang, Na-ra Yoon, Jeong-min Lee, Geon Jung,
Ji-ho Jang, Seung-wook Song, Ha-neul Jung, Hyun-woo Bae – luci Jung-hwa Kim

durata 35’+17′ + intervallo
prima nazionale

LDP Look Look + No Comment

 

Il FOCUS prosegue con:

29/30 settembre ore 19.30 | Sala Shakespeare
LABORATORY DANCE PROJECT
BOW coreografia Mi-sook Jeon

prima nazionale

ph Baki

http://www.milanoltre.org/ldp_bow/

BOW
coreografia Mi-sook Jeon

interpreti Set-byeol Lim, Sung-hyun Kim, Na-ra Yoon, Ho-young Shin, Joo-hee Lee, Yoon-joo Han, Seung-wook Song, Ha-neul Jung, Jeong-eun Lee, Hyun-woo Bae
musica Jae-deok Kim
luci Jung-hwa Kim
costumi In-Sook Choi

durata 67′
prima nazionale    

   

1/2 ottobre ore 20.30 | Sala Shakespeare
LABORATORY DANCE PROJECT
NO FILM + NO COMMENT coreografia Sung-hoon Kim + Chang-ho Shin

NO FILM

coreografia Sung-hoon Kim
interpreti Sung-hyun Kim, Hyuk Kang, Bo-ram Kim, Geon Jung, Ho-young Shin, Rog-yee Jung, Joo-hee Lee, Hong Lee, Seung-wook Song, Ha-neul Jung, Hyun-woo Bae
musica Ju-heon Kim, Maya Beiser, Zack Hemsey, Konstantionos Kypriotakis, K. BHTA
luci Jung-hwa Kim
costumi In-sook Choi

NO COMMENT

coreografia Chang-ho Shin
interpretiWon-ho Jang, Sung-hyun Kim, Hyuk Kang, Na-ra Yoon, Jeong-min Lee, Geon Jung, Ji-ho Jang, Seung-wook Song, Ha-neul Jung, Hyun-woo Bae
luci Jung-hwa Kim

durata 40’+17′

prima nazionale

LDP No Film + No Comment


 

Dong-Kyu Kim Coreografo pluripremiato che fonde la tecnica con modelli di movimento organici e unici. Tra i premi ricevuti: Best Group Choreography ai Korea Dance Awards nel 2014, Best Choreography Award al Seoul Dance Festival 2014, Grand Prize al Seoul Dance Festival 2013, Excellence Award al Critic’s Choice Festival 2008. È stato selezionato dal Korea Arts Council tra i più promettenti coreografi di nuova generazione nel 2011 e nel 2012. Formatosi alla Korea National University of Arts, è attualmente Direttore di Laboratory Dance Project

Chang-Ho Shin è l’autore del celebre No Comment, brano simbolo della compagnia.Un coreografo la cui danza è caratterizzata da “delicati movimenti muscolari e energia sorprendente”, ed è uno dei fondatori e principali artefici della fama internazionale della Compagnia. Formatosi presso la Korea National University of Arts e la Sungkyunkwan University, è stato invitato come coreografo ospite in Austria presso la Tyroler Landestheater Tanz Company e in Svizzera al Teatro St. Gallen come danzatore. Attualmente è docente all’Accademia di danza della Korea National University of Arts.

Mi-sook Jeon guarda a una danza contemporanea in cui il suo grande senso musicale abbraccia un creativo utilizzo dello spazio scenico. Il suo lavoro gioca sugli aspetti nascosti del quotidiano per rivelare l’ambivalenza della natura umana, esprimendo un punto di vista audace e acuto e una visione del mondo umoristica e filosofica.
Il suo Bow, lavoro del 2014, prende spunto dall’espressione dei saluti secondo l’etichetta orientale, cioè inchinarsi e rendere omaggio, che spesso sono visti dallo sguardo occidentale come atti formali. La coreografia è un inchino infinito che restituisce il senso del rispetto tra gli individui. Una composizione delicata e interiore.

Sung-Hoon Kim si è laureato presso la Korean National University of Art. Dal 2004 fa parte della compagnia come danzatore e coreografo.Nel 2007 ha vinto il Privileges Prize della Contemporary Dance Association of Korea e il Silver Prize del Dong-A Dance Competition, la competizione più popolare e più autorevole in Corea. Dal 2009 fa parte della Akram Kahn Company come danzatore ed è membro del New York Asian Culture Council.

 

 

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VIII (2018)

Questa voce è stata pubblicata in Festival, Spettacoli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.