Rihoko Sato al Teatro dell’Arte di Milano

La Triennale di Milano – Teatro dell’Arte

in esclusiva per l’Italia

Saburo Teshigawara KARAS
SHE

13 – 14 OTT 2018

 

SHE, assolo creato da Saburo Teshigawara, principale esponente della danza contemporanea in Giappone, è presentato in esclusiva nazionale al Triennale Teatro dell’Arte. L’interprete è Rihoko Sato, magnifica interprete e storica partner artistica del maestro che, grazie all’eccezionale presenza fisica e sensibilità, ha saputo perfezionare e approfondire il proprio vocabolario coreografico, fino a raggiungere una dimensione completamente nuova dell’improvvisazione nella danza.
In SHE, lavoro di un’intensità stupefacente, il corpo della danzatrice si slancia, volteggia, si avvolge su se stesso in un’immaginaria spirale, dimostrando che è possibile coniugare il virtuosismo più assoluto con la ricerca e l’avanguardia.

regia: Saburo Teshigawara
con: Rihoko Sato
produzione: KARAS
coproduzione: Kawasaki Art Center
distribuzione in Italia: International Music and Arts
con il supporto di: Agency for Cultural Affairs of Japan
foto © Aya Sakaguchi/A.I. Co. Ltd

Saburo Teshigawara ha iniziato la sua straordinaria carriera nel 1981, nella nativa Tokyo, dopo aver studiato arti plastiche e balletto classico. Nel 1985 con Key Miyata ha fondato KARAS, iniziando così a creare oltre che per se stesso anche per altri interpreti. Da allora è stato invitato con KARAS a esibirsi regolarmente nelle principali città del mondo. Nel 1994/95 è stato invitato da William Forsythe a creare coreografie per il Ballet Frankfurt, mentre nel 1999 ha realizzato Le Sacre du printemps per il Bayerisches Staatsballett di Monaco e nel 2000 ha lavorato con il Netherland Dance Theatre. Nel febbraio del 2003 gli viene commissionata una nuova coreografia, AIR, da parte del Ballet de l’Opéra National de Paris. Per il Ballet du Grand, Théâtre de Genève, ha creato Para-Dice nel 2002 e Vacant nel maggio 2006. Nel 2010 il Teatro La Fenice di Venezia gli ha commissionato regia, scene e costumi dell’opera Dido and Aeneas. A Milano si è esibito al Teatro dell’Arte e al Teatro alla Scala. Dal 2006 al 2013 è stato professore alla St. Paul’s (Rikkyo) University in Giappone, dove insegna presso il dipartimento di Expression Studies. Dal 2014 è professore alla Tama Art University. I suoi lavori hanno ottenuto diversi premi prestigiosi in Giappone e nel mondo, tra i quali il Bessie Award (The New York Dance and Performance Awards) nel 2007 e la Medaglia d’Oro dell’Imperatore nel 2009. Nel 2017 è stato nominato Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura francese.

Rihoko Sato è entrata nella compagnia Karas nel 1995 e da allora ha preso parte come interprete a tutte le produzioni, oltre ad aver assistito Saburo Teshigawara nelle sue creazioni. È riconosciuta come una delle figure centrali dell’universo creativo del grande coreografo giapponese. Ha seguito i progetti educativi di KARAS e S.T.E.P (Saburo Teshigawara Educational Project) e ha assistito Teshigawara in qualità di maître de ballet in occasione di produzioni commissionate da altre compagnie. Ha ricevuto, tra i numerosi riconoscimenti, il Best Dancer Award (per il passo a due con Vaclav Kunes Scream and Whisper) a Cannes per Les Étoiles de Ballet 2000 nel 2005, il Japan Dance Forum Award nel 2007 e il Premio Positano Léonide Massine per la Danza nel 2012.

Orari dello spettacolo
Sabato ore 20.00
Domenica ore 16.00
Durata 60′

Biglietti
Biglietto intero: 22 euro
Biglietto ridotto (under 30/over 65): 16 euro
Biglietto studenti: 11 euro


ACQUISTA IL BIGLIETTO

 

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VIII (2018)

Pubblicato in Spettacoli | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Rihoko Sato al Teatro dell’Arte di Milano

Corso di storia ed estetica del teatro giapponese

 

La maschera e il corpo
Corso di storia ed estetica
del teatro giapponese

a cura di Asiateatro (www.asiateatro.it)
Teatro Elfo Puccini | ottobre 2018 – febbraio 2019

 

Otto lezioni per conoscere la grande tradizione teatrale giapponese, dalle origini nel mito e nel rito alla fioritura dei generi classici (nō, kabuki, bunraku) fino al teatro-danza contemporaneo. Ancora carico della magia dei riti antichi della possessione sciamanica eppure capace di costante rinnovamento, il teatro giapponese è il modello di un “teatro totale” che ha affascinato le avanguardie europee. Scopriremo la sua storia e le sue tecniche attraverso video, immagini e testi in compagnia delle docenti Carmen Covito e Rossella Marangoni, presidente e vicepresidente di AsiaTeatro.

Corso introduttivo: 8 lezioni con cadenza quindicinale, il giovedì dalle ore 18.30 alle ore 20.30

Calendario:  25 ottobre, 8 e 22 novembre, 6 dicembre 2018, 17 e 31 gennaio, 14 e 28 febbraio 2019

Costo: € 200 (sconto 10% a studenti e abbonati Elfo)  + € 10 quota di iscrizione all’associazione culturale AsiaTeatro per chi non è ancora socio.

Dove: Teatro Elfo Puccini – Corso Buenos Aires 33 – Milano

Il programma del corso:

  1. Introduzione storico-antropologica. Le forme più antiche della rappresentazione in Giappone (kagura, sarugaku, gigaku, bugaku)
  2. Le forme classiche: il nō (parte prima)
  3. Le forme classiche: il nō (parte seconda)
  4. Le forme classiche: il kyōgen
  5. Le forme classiche: il bunraku
  6. Le forme classiche: il kabuki (parte prima)
  7. Le forme classiche: il kabuki (parte seconda)
  8. Il recupero della tradizione nel teatro danza contemporaneo.

L’ordine delle lezioni è indicativo e potrebbe cambiare in caso di necessità.

Poiché sono stabiliti un numero minimo e un numero massimo di iscritti, preghiamo le persone interessate di inviare una mail di preiscrizione con i propri recapiti all’indirizzo: web@asiateatro.it

_____

Per altre informazioni visita i siti:

www.asiateatro.it

www.elfo.org

www.carmencovito.com

www.rossellamarangoni.it

 

 

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VIII (2018)

Pubblicato in Corsi | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Corso di storia ed estetica del teatro giapponese

Conferenza al Mudec: la fortuna del kimono

“La fortuna del kimono in Europa tra Ottocento e Novecento”
conferenza di Rossella Marangoni
MUDEC – Museo delle Culture, via Tortona 56 – Milano
Giovedì 28 giugno 2018 ore 19.00

In collaborazione con l’associazione Cultural Paths e con l’associazione AsiaTeatro

In occasione del progetto espositivo “Dal batik all’Art Nouveau. Il filo che unisce oriente e occidente” presso lo Spazio delle Culture Khaled Al-Asaad fino al prossimo 26 agosto, il Mudec è lieto di ospitare l’incontro della dottoressa Rossella Marangoni che focalizzerà l’attenzione sull’arte dei kimono e sulla moda del “giapponismo” in Europa nel periodo a cavallo tra Ottocento e Novecento.

Rossella Marangoni, laureata in Lingua e Letteratura giapponese all’Università di Torino, è una studiosa e ricercatrice in particolare sulle tematiche collegate all’esperienza del sacro in Giappone e alla cultura teatrale ed estetica del periodo Edo. Autrice di Zen, dizionario iconografico, opera tradotta in più lingue, e di numerosi saggi sulla cultura giapponese, è membro dell’ Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi.

 

Incontro a ingresso gratuito fino esaurimento posti (max. 20 persone).
Per informazioni e prenotazioni, inviare mail a: fortuna.pellegrini@fortcom.it

George Hendril Breitner (1857-1923), La ragazza in kimono rosso (Geesje Kwak), olio su tela, Amsterdam, coll. privata.

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VIII (2018)

Pubblicato in associazione culturale, Conferenze | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Conferenza al Mudec: la fortuna del kimono

Noh: conferenza-spettacolo a Roma

Nō lecture-demonstration
Salone Muromachi – il mondo del teatro Nō
giovedì 28 giugno 2018 ore 18-20

Istituto Giapponese di Cultura, via Antonio Gramsci 74
00197 Roma

Organizzazione: Ambasciata del Giappone in Italia/Istituto Giapponese di Cultura in Roma
Intervengono: Kazufusa Hōshō, Norikazu Morita, Yoshiaki Iitomi, Takanori Kakihara, Daijirō Tatsumi, Hajime Tazaki, prof. Bonaventura Ruperti (Università Ca’ Foscari, Venezia)

Programma:

• atto d’apertura Otokomai
• conferenza “Dalla cultura Muromachi alle tecniche del Nō”
• atto principale Kiyotsune
• mostra di maschere e costumi (da definire)

Kazufusa Hōshō in scena

Il teatro Nō, nato in epoca Muromachi (1336-1573): Kazufusa Hōshō, ventesimo sōke, erede legittimo della scuola Hōshōryū, ce ne spiega segreti e innovazioni, illustrando in maniera comprensibile a tutti il valore del teatro Nō nella società contemporanea.

ingresso libero fino a esaurimento posti

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VIII (2018)

Pubblicato in Conferenze, Spettacoli | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Noh: conferenza-spettacolo a Roma

Festival di Spilamberto

Una performance di Nō, una mostra di quadri e manga (a cura di Tomoka Horaguchi) con i personaggi del teatro Nō per soggetto e un seminario di danza tradizionale giapponese (a cura della maestra Kumiko Kawanishi) sono nel programma della prima edizione del Festival interculturale “Incontra” di Spilamberto (MO) dedicato al Giappone:

domenica 13 maggio 2018

Per il seminario di danza iscrizioni entro il 11/05/2018
all’indirizzo e-mail
cultura@comune.spilamberto.mo.it
fino ad esaurimento dei posti disponibili. Le quote di iscrizione dovranno essere versate direttamente il giorno dell’evento alla segreteria organizzativa un quarto d’ora prima dell’accesso al corso.
Vedi tutto il programma:
https://www.comune.spilamberto.mo.it/allegati/12335/INCONTRA_pieghevole_WEB.pdf

 

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VIII (2018)

Pubblicato in Festival | Commenti disabilitati su Festival di Spilamberto