Shodō come arte al MUDEC

L’associazione culturale AsiaTeatro presenta tre eventi nello Spazio Polivalente del nuovo MUDEC Museo delle Culture di Milano. I tre appuntamenti, giovedì 28 maggio, domenica 28 giugno e giovedì 16 luglio, sono stati selezionati tra le proposte presentate dalle associazioni e dalle comunità internazionali per far parte del primo ciclo di incontri curati dal Tavolo Museo delle Culture del Forum della Città Mondo del Comune di Milano.

L’appuntamento del 28 giugno, in collaborazione con shodo.it, è sul tema della Calligrafia come arte in Cina e in Giappone.

LOGO Forum_della_citta_mondologo-mudec logo_associazione_cittamondo-web

 

 

MUDEC Museo delle Culture – Spazio Polivalente
Via Tortona 56 – Milano

 

giovedì 28 maggio ore 18,30
I MURIA E LE LORO DANZE
Racconti e immagini di una tribù del Chhattisgarh, nell’India centrale
Conferenza di Roberta Ceolin con immagini e storie da una ricerca sul campo.
A cura di: AsiaTeatro

Da oltre trent’anni Roberta Ceolin studia le culture delle minoranze etniche del subcontinente indiano; per documentarle ha compiuto numerosi viaggi nelle aree più impervie e remote dell’India, alla ricerca delle popolazioni tribali meno conosciute. È vicepresidente dell’associazione culturale “Obiettivo sul mondo” che organizza mostre tematiche ospitate in musei e prestigiose sedi istituzionali sia in Italia che in India; pubblica articoli e libri di carattere geografico-etnografico; collabora con l’Università degli Studi di Roma “la Sapienza” tenendo incontri e conferenze.

SCARICA IL VOLANTINO DELL’INCONTRO DEL 28.5
asiateatro-volantino-28maggio.pdf

 

domenica 28 giugno ore 16,30
LA CALLIGRAFIA COME ARTE IN CINA E IN GIAPPONE
Conferenza di Carmen Covito e dimostrazione
con la partecipazione dei calligrafi Bruno Riva e Katia Bagnoli

A cura di: AsiaTeatro in collaborazione con shodo.it

L’arte della calligrafia, nata in Cina e diffusa in Giappone e in Corea, è stata in ogni epoca uno strumento culturale di uso pratico e al tempo stesso un importante elemento di godimento estetico, considerato allo stesso livello artistico della pittura, oltre che una via per la realizzazione spirituale degli individui. Questo sapere tradizionale oggi è più vivo che mai, e pronto a confrontarsi con le avanguardie artistiche contemporanee.

Carmen Covito, scrittrice e studiosa di cultura giapponese, dirige la rivista di studi online “AsiaTeatro” (www.asiateatro.it) ed è presidente dell’omonima associazione.
I calligrafi Bruno Riva e Katia Bagnoli sono tra i fondatori della Confederazione Europea di Calligrafia, dell’Associazione culturale shodo.it, dell’Accademia di calligrafia Ruimo. Membri della Japan Educational Calligraphy Federation (Nihon Kyōiku Shodō Renmei), espongono le loro opere in Europa, negli Stati Uniti e in Asia orientale. Organizzano mostre di calligrafia in Italia e in Svizzera e collaborano con associazioni e università cinesi nell’organizzazione di mostre internazionali. Per altre informazioni: www.shodo.it

SCARICA IL VOLANTINO DELL’INCONTRO DEL 28.6
asiateatro-volantino-28giugno.pdf

 

giovedì 16 luglio ore 18,30
L’ATTORE IN INDIA: RIVIVERE LA TRADIZIONE
Conferenza di Marilia Albanese
A cura di: AsiaTeatro

Nell’arte scenica indiana tradizionale la resa psicologica dell’attore è subordinata alla sua espressione corporea, frutto di rigidissimo lavoro. Un sapere ancestrale afferma che il corpo precede la mente: l’artista non agisce, ma è agito da energie profonde, pre-consce. Ma, paradossalmente, l’attore non emozionato scatena emozioni. La disidentificazione e il distacco gli permettono di trasferire il sentire individuale su un piano universale, realizzando il rasa, il godimento estetico e i suoi effetti catartici.

Marilia Albanese, socia fondatrice dell’associazione AsiaTeatro, è laureata in Sanscrito e Indologia e ha diretto la sezione lombarda dell’Is.I.A.O. (Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente) fino al 2011. È stata docente di Arte Scenica Indiana al Conservatorio di Vicenza “Arrigo Pedrollo”. Ha curato esposizioni e mostre sull’India, ultima delle quali è stata “Magie dell’India: dal tempio alla corte capolavori d’arte indiana”, presso Casa dei Carraresi a Treviso. Ha prodotto i testi dei documentari della serie “La Dea ferita” editi dalla Televisione della Svizzera Italiana, sullo iato fra l’importanza della Dea nella civiltà indiana e la condizione della donna nella vita di tutti i giorni. È autrice di numerosi articoli e saggi.

SCARICA IL VOLANTINO DELL’INCONTRO DEL 16.7
asiateatro-volantino-16luglio.pdf

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DEGLI EVENTI MUDEC
EVENTI-MUDEC-MAGGIO-GIUGNO-LUGLIO-2015.pdf

 

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno V (2015)

Questa voce è stata pubblicata in Conferenze, Incontri e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.