Teatro nō e kyōgen. Trascendenza del presente e arte dello humor. Un laboratorio a Bologna a cura di Giovanni Azzaroni.

Teatro nō e kyōgen. Trascendenza del presente e arte dello humor.

 

Bologna, 9 febbraio 2013 ore 15-18
laboratorio di interpretazione delle forme teatrali giapponesi condotto dal professor Giovanni Azzaroni

 

L’arte del nō è fondamentalmente letteraria nelle parole, plastica nella danza e simbolica nella mimica, risultato di un lungo e raffinato processo di stilizzazione dell’espressione teso a creare una realtà sublimata.
I kyōgen, complesse strutture di comicità, satira e critica sociale, rappresentano un perfetto riflesso delle condizioni sociali delle classi popolari giapponesi durante il medioevo.

 

Il laboratorio è il primo del ciclo Il Giappone in scena che prevede altri due appuntamenti:

– Bunraku. Marionette di legno per rappresentare sentimenti umani (2 marzo)

– L’attore kabuki: un compasso per lo spazio e un orologio per il tempo  (13 aprile)
  

I tre appuntamenti consentiranno ai partecipanti di approfondire, sul piano teorico, gli aspetti performativi e antropologici dei generi tradizionali di teatro giapponese (nō, kyōgen, bunraku e kabuki). Il laboratorio permetterà ai partecipanti di familiarizzare e approfondire la conoscenza della raffinata cultura teatrale nipponica attraverso una stretta interazione con il docente e i documenti utilizzati. 

Centro Studi d’Arte Estremo Orientale, via S. Maria Maggiore, 1/d – Bologna
Il numero dei partecipanti ammessi è di massimo 15 persone ad incontro.
È necessaria la prenotazione entro il giorno prima dello svolgimento del laboratorio stesso.

Quota di partecipazione: € 30,00 (per il singolo laboratorio); € 75,00 (per l’intero ciclo di tre laboratori)  

Info e prenotazioni:  
Per prenotare inviare una mail a info@nipponica.it 
www.nipponica.it 

Giovanni Azzaroni ha a lungo insegnato Teatri orientali e Antropologia dello spettacolo all’Università di Bologna. Oggi è direttore scientifico della rivista online “Antropologia e Teatro”.
Ha viaggiato in Asia per oltre trent’anni studiando le principali tradizioni teatrali. India, Bali e Giappone le aree maggiormente indagate. Molte pubblicazioni raccolgono gli esiti di queste ricerche di campo. Tra le varie: Dentro il mondo del Kabuki (CLUEB 1988); Società e teatro a Bali (CLUEB 1994); Teatro in Asia, 4 volumi (CLUEB 1998-2006); Asia il teatro che danza (con Matteo Casari, Le Lettere 2011).

 

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno III (2013)

Questa voce è stata pubblicata in Conferenze, Varie, Workshop e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.