A Venezia per scoprire la musica coreana

L’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati della Fondazione Giorgio Cini promuove, in collaborazione con Università Ca’ Foscari e King Sejong Institute di Venezia, un’importante iniziativa che intende proseguire l’esplorazione delle tradizioni musicali coreane, con un’attenzione anche alla contemporaneità. L’evento è articolato in due appuntamenti:

Concerto
Gayageum Sanjo
Ancient voice, Contemporary Dialogue
con Ji Aeri (gayageum) e Kim Woongsik (janggu)
Venezia, Isola di San Giorgio, Sala degli Arazzi
26 maggio 2015, ore 19
ingresso libero fino ad esaurimento posti

Conferenza di Ji Aeri e Kim Woongsik
sulla musica tradizionale coreana
Venezia – Università Ca’ Foscari, Ca’ Dolfin
28 maggio 2015, ore 16

Ji-Aeri

Nel Concerto di martedì 26 maggio si esibirà Ji Aeri, virtuosa della cetra gayageum, una delle più autorevoli interpreti di questo strumento in Corea, accompagnata da Kim Woongsik al tamburo a clessidra janggu. I musicisti eseguiranno un repertorio di musiche sia tradizionali che contemporanee composte per questo duo di strumenti che viene utilizzato nel repertorio denominato kayagum sanjo, una sorta di suite strumentale che ha avuto origine nel XIX secolo, nella quale si susseguono diverse sezioni melodiche e ritmiche.

Estratto dal programma di sala:

Chimhyangmu, Danza del profumo di sandalo (Sanjo Gayageum)
Eseguito per la prima volta nel 1974, Chimhyangmu è una esplorazione musicale dell’arte buddhista nel periodo del regno di Silla (VI-X secolo). Il brano fonde elementi locali e occidentali per sublimare la bellezza sensuale secondo principi buddhisti. Chimhyang è una essenza naturale che viene ricavata da una pianta sempreverde, un tipo di aloe, che si trova in India. In tutta l’Asia è da molto tempo considerata come il più ricercato dei profumi. […]

Sound of the Night (Sanjo Gayageum)
Sound of the Night” per gayageum (cetra su tavola a dodici corde) e janggu (tamburo a clessidra), composizione eseguita per la prima volta a Tokyo nel 1985, fu ispirata da ‘Suono della foresta’ un quadro del pittore coreano An Chung-sik, del tardo XIX secolo. […]

Chun Seol, Neve di primavera (Gayageum a 17 corde)
Il gayageum tradizionale ha dodici corde. Neve di primavera (1991) è la prima composizione di Byung Hwang Ki per un più grande gayageum a 17 corde, uno strumento divenuto col tempo sempre più diffuso, assieme all’ancora più grande gayageum a 25 corde. Le corde aggiunte sono utilizzate per ampliare l’estensione melodica dello strumento, che comunque mantiene una accordatura pentatonica. […]

Gayageum Sanjo (secondo la tradizione del XX secolo)
Il Gayageum Sanjo consiste in un solo della cetra gayageum con accompagnamento del janggu (tamburo a clessidra). Lo stile musicale del sanjo trae origine dallo stile improvvisativo dello shinawi, musica di derivazione sciamanica delle province meridionali, e ricorda i profili melodici e le progressioni ritmiche usate nello stile di canto narrativo del pansori. […]

 

gaya-04

 

Ji Aeri è considerata una delle più raffinate interpreti di gayageum. Formatasi secondo la tradizione musicale più rigorosa, ha iniziato a suonare in giovane età. Si è laureata presso la Seoul National University e ha conseguito un Master e un Dottorato in performance gayageum presso la Ewha Women’s University. Ha studiato con i grandi maestri di gayageum Lee Jae-Suk e Hwang Byung-Ki ed è stata membro del National Center for Korean Traditional Performing Arts (NCKTPA). Si è esibita in numerosi concerti in Asia, Europa, Medio Oriente, Nord e Sud America, e partecipa regolarmente a prestigiosi festival musicali internazionali.

woongsik-kim

Kim Woongsik è un percussionista versatile, straordinariamente a suo agio negli stili più diversi. E’ uno degli interpreti più apprezzati nell’accompagnamento di opere di compositori tradizionali provenienti dalla Corea, ad esempio in stile sanjo, o di compositori contemporanei. Kim Woongsik è membro del Contemporary Music Ensemble Korea (CMEK) e collabora con la Korea National University of Arts.

 

Per informazioni:

Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati
tel. +39 041 2710357
musica.comparata [AT] cini.it
www.cini.it

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno V (2015)

Questa voce è stata pubblicata in Concerti, Conferenze e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.