Bali a Milano: workshop

A Milano due seminari sul celebre teatro danza in maschera balinese, il Topeng, in occasione dell’arrivo in Italia del maestro I Made Djmat, uno dei più grandi danzatori  viventi. 

La maschera di Bali
workshop tenuto dal maestro Enrico Masseroli
18/19/20 marzo 2013
OCA – Officine Creative Ansaldo
Via Tortona 54/Via Bergognone 34
Milano

Il master del maestro Enrico Masseroli organizzato da Zorba Officine Creative si prefigge un importantissimo compito.
Lo studio delle maschere nel teatro italiano è una parte fondamentale della formazione di qualsiasi attore, nella nostra ricerca abbiamo individuato una serie di tradizioni straniere di uso della maschera che possono arricchire questo percorso. La prima che proponiamo è la tecnica del Topeng balinese, teatro in maschera indonesiano.
Innanzitutto quali legami ci sono tra l’uso della maschera europeo e quello balinese? Ma soprattutto quali sono le differenze e perché sono importanti per uno studio dell’uso della maschera? Scoprire un punto di vista completamente diverso ci può aiutare enormemente a ritrovare il carattere simbolico e ancestrale di questo meraviglioso strumento dell’attore.
Un incontro con una delle più antiche forme di rappresentazione sacra in maschera. Un training specifico per la coordinazione, l’elasticità e l’articolazione di ogni segmento del corpo, introduce alla conoscenza delle unità espressive e coreografiche del teatro/danza balinese, le sue posture e il contrappunto keras/manis (duro-forte/dolce-morbido) che ne governa la dinamica. Questo vocabolario di forme sarà applicato allo studio dei caratteri e tipi delle maschere del Topeng (lett. “premuto contro il viso”) di Bali:
“Se un occidentale indossa una maschera, pretende di essere un altro.
Quando un attore balinese indossa una maschera, diviene un altro”.
Lo studio del personaggio scelto dai partecipanti, si completerà con l’elaborazione di brevi composizioni ed improvvisazioni strutturali.
Questo incontro precede e diviene l’imperdibile occasione di preparazione all’arrivo del maestro indonesiano I Made Djiamat, il più grande interprete vivente della tecnica Topeng, che in questa stessa sede terrà un master nei giorni 8/9/10 aprile.

Enrico Masseroli
Attore e regista, direttore dell’ensemble The Pirate Ship, ha iniziato lo studio del teatro/danza di Bali nel 1979, sotto la guida del rinomato Maestro I Made Djimat.
Ha presentato i suoi spettacoli, in Italia, Austria, Germania, Israele, Perù, Brasile, Spagna, Polonia, Francia, Svizzera, Svezia, Malta, accompagnati da conferenze e dimostrazioni.
In Europa, danza regolarmente con le orchestre/gamelan Cara Bali di Monaco di Baviera, Anggur Jaya di Freiburg i. Br. e Gambuh Ensemble di Basilea.

COSTO: 90 EURO + 10 EURO ISCRIZIONE
INFO Andrea 3482214089
andreacavarra[chiocciola]gmail.com

Scarica il volantino LABORATORIO TOPENG Masseroli.pdf

Il topeng di Bali
master tenuto dal maestro I Made Djimat
8/9/10 aprile 2013
OCA – OFFICINE CREATIVE ANSALDO
Via Tortona 54/Via Bergognone 34
Milano

Il master del maestro I Made Djmat è la naturale prosecuzione del precedente incontro organizzato da Zorba Officine Creative con il maestro Masseroli ma può essere anche seguito da chi non ha frequentato il precedente incontro.
Un’eccezionale occasione per incontrare una leggenda vivente del teatro balinese, per vivere tre giorni a contatto con questa incredibile cultura. Nell’isola di Bali danzare, recitare, suonare strumenti musicali sono consuetudini di tutta la popolazione, così come dipingere, scolpire e tutto ciò che creativo. Questo avviene perché per la cultura balinese trovare ed usare degli strumenti di espressione artistica non è tanto un piacere per gli abitanti, bensì un dovere, dovuto agli dei come ringraziamento e offerta di riconoscenza per tutto ciò di cui la natura gli ha fatto dono.
E in questo panorama il maestro I Made Djmat è per tutti i balinesi il maestro di teatro topeng e sarà con noi durante questi tre giorni, oltre ad offrirci un saggio delle sue arti il giorno 11 aprile assieme al suo allievo italiano Enrico Masseroli.
Un incontro con una delle più antiche forme di rappresentazione sacra in maschera. Un training specifico per la coordinazione, l’elasticità e l’articolazione di ogni segmento del corpo, introduce alla conoscenza delle unità espressive e coreografiche del teatro/danza balinese, le sue posture e il contrappunto keras/manis (duro-forte/dolce-morbido) che ne governa la dinamica. Questo vocabolario di forme sarà applicato allo studio dei caratteri e tipi delle maschere del Topeng (lett. “premuto contro il viso”) di Bali:
“Se un occidentale indossa una maschera, pretende di essere un altro.
Quando un attore balinese indossa una maschera, diviene un altro”.

I MADE DJIMAT
Figlio d’arte, il padre I Nyoman Reneh attore, scultore e noto soprattutto come pittore, la madre Ni Ketut Cenik leggendaria e celebrata danzatrice, nacque nel villaggio di Batuan (Sukawati- Gianyar – Bali –Indonesia) nel 1948. “Enfant prodige” esordì all’età di 5 anni, danzando nel tempio del suo villaggio, dove arrivò sulle spalle del padre. La sua vita fin dai primi passi fu dunque segnata dalle arti: la pittura, la musica e la danza, seguendo e partecipando alle attività famigliari ed in particolare assistendo alle lezioni che impartiva sua madre. Era tale il suo interesse ed il suo fervore che preferì proseguire la formazione artistica alla scuola pubblica, dove spesso non aveva il tempo di andare, che abbandonò dopo le elementari. Successivamente proseguì  i suoi studi con altri famosi maestri dell’epoca quali Anak Agung Raka e I Nyoman Kakul a Batuan, fino a far visita al leggendario I Made Maria, il grande creatore di danze Kebyar.
A soli 16 anni fece la sua prima tournée all’estero con un gruppo che rappresentava il meglio di Bali (pare che il passaporto fu “ritoccato” per farlo apparire maggiorenne). A 18 anni vinse il primo premio nei festival/competizione Balinesi quale migliore interprete del Baris (la danza guerriera), e due anni dopo come interprete del Jauk (demone). La sua fama si sparse per l’isola e si consolidò quando col tempo divenne uno straordinario interprete delle maschere rituali del Topeng. Presto organizzò un proprio ensemble musicale Panti Pusaka Budaya, con il quale raggiunse l’eccellenza del coltivare e preservare il più antico dance-drama di Bali, il Gambuh, nell’interpretare il dramma sacro Calon Arang (con Barong e Rangda), e lo spettacolare “Genggong” la danza delle rane.
Dal 1971 la sua carriera internazionale non ha conosciuto soste. Da allora ha visitato oltre 50 paesi, in tutti i continenti, sia per dimostrazioni e workshop, sia dal 1983 per spettacoli con il suo gruppo, denominato successivamente Tri Pusaka Sakti. Ha collaborato con festival ed artisti prestigiosi, ad esempio con I.S.T.A., la scuola internazionale di antropologia teatrale diretta da Eugenio Barba.
Accanto a quella di performer, ad essa parallela, ha sempre proseguito anche l’attività di pedagogo. Con estrema dedizione ed umiltà I Made Djimat dedica all’insegnamento gran parte del suo tempo, sia per i giovani di Bali sia con studenti da tutto il mondo, per condividere il tesoro delle sue conoscenze e competenze, che mantengono vivo e pulsante l’incredibile e straordinario mondo del teatro di Bali.

COSTO: 90 EURO + 10 EURO ISCRIZIONE
INFO Andrea 3482214089
andreacavarra[chiocciola]gmail.com

Scarica il volantino LABORATORIO TOPENG 2.pdf

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno III (2013)

Questa voce è stata pubblicata in Workshop e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.