Corea e Singapore a “Tramedautore”

Torna Tramedautore, festival internazionale della nuova drammaturgia, giunto alla sua XIV edizione, che quest’anno mette al centro l’Eurasia, in particolare quei paesi che si collocano alle due estremità opposte del continente euroasiatico: da una parte i PIIGS (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna) dall’altra due delle Tigri Asiatiche, Singapore e Corea del Sud. Per l’Italia, l’approfondimento riservato al nostro teatro d’autore con un’attenzione agli artisti “agitatori di coscienze”, a partire dagli omaggi a Dario Fo e Franca Rame.
Dal 18 al 28 settembre, per dieci giorni, il festival animerà il Piccolo Teatro Grassi, il Chiostro Nina Vinchi e il Piccolo Teatro Studio Melato, con spettacoli teatrali in prima milanese e italiana, con i consueti incontri con gli artisti, conferenze e appuntamenti musicali a ingresso libero.

Come tutti gli anni, i soci di AsiaTeatro, associazione aderente al FORUM CITTA’ MONDO,  potranno usufruire di una riduzione del biglietto a 10€ (invece di 25€) sugli spettacoli della sezione italiana e su Remulus. I biglietti per i rimanenti spettacoli (PIIGS, Asian Tigers e Stupidorisiko prodotto da Emergency) saranno disponibili in biglietteria al prezzo unico di 10€.
Inviate una mail a promozione @ outis.it con in oggetto il nome dello spettacolo a cui desiderate assistere e nel testo il vostro/i nome e cognome e la vostra qualifica di soci di AsiaTeatro. Riceverete una mail di conferma.

Scarica il programma completo in pdf: ProgrammaTRAMEDAUTORE2014

tramedautore2014

LUNEDÌ 22 SETTEMBRE

Ore 20.30 PICCOLO TEATRO GRASSI | COREA DEL SUD
CONFESSIONS OF MR. KIM, LEE AND PARK
di Kim Kwang-Lim
adattamento di Marion Schoevaert
traduzione di Alice Spisa
con Vincenzo Giordano, Fabio Paroni, Alice Spisa
a cura di Fulvio Vanacore
Confessions of Mr. Kim, Lee and Park offre un ritratto spietato della società coreana attraverso l’indagine degli aspetti pubblici e privati della vita di tre uomini d’affari coreani. I tre protagonisti si confessano sul palcoscenico, ripercorrendo la loro esistenza,
dalla scuola e dai sogni dell’infanzia al servizio militare, dal sesso con prostitute alla vita coniugale, dalla ricerca di un impiego alle lunghe ore di lavoro in ufficio, alla ricerca del potere, alla corruzione e infine alla morte. La narrazione si articola in quadri, ottenuti
dall’unione di diverse fonti (articoli di giornali, annunci di lavoro, libri scolastici, business plan e bilanci annuali, etc.), che rappresentano una sorta di ossessivi ritornelli, che scandiscono le vite dei personaggi.

KimKwangLimKim Kwang-lim è un famoso drammaturgo coreano. Laureato in Letteratura francese alla Seoul National University e in Theatre Arts all’University of California (UCLA), è autore di numerose opere tradotte anche in inglese e francese, come Hongdonggi Play, Come on Mutu, Wuturi, I Became Chuan-tzu in Dream, Come to See Me, Women Revolt, In Quest of Love. Ha vinto il Baksang Arts Award per il miglior testo nel 1996, il Best Director
& Grand Prize nel 1993 e il Dong-A Theater Award come miglior regista nel 1989; è stato inoltre nominato artista dell’anno dalla Korean Arts Critics Association nel 1996. Insegna alla School of Drama, Korea National University dal 1994 ed è direttore artistico della compagnia Wuturi.

 

MARTEDÌ 23 SETTEMBRE
Ore 20.30 PICCOLO TEATRO GRASSI | SINGAPORE
BEST OF
di Haresh Sharma
traduzione di Roberta Verde
con Arianna Scommegna
scene e video di Manuel Renga
disegno luci di Daniela Bestetti
costumi e accessori di Nicole Leonardi
regia di Tatiana Olear
produzione Sycamore T Company

Accompagnato da recensioni entusiastiche, con un’attrice pluripremiata, il testo di Haresh Sharma racconta come in una società moderna e multiculturale, una giovane moglie, affermata nella professione, non può chiedere il divorzio senza il consenso del marito. Lucida e brillante, la scrittura di Sharma va a toccare molteplici tematiche di estrema attualità, dalla difficoltà di comunicare nell’epoca dei social network, al confronto tra culture diverse, ma pone anche le antiche domande su qual è il posto che riserviamo nelle nostre vite all’amore, alla fede e alla morte.

Haresh SharmaHaresh Sharma è un importante drammaturgo di Singapore. Co-direttore artistico dell’annuale M1 Singapore Fringe Festival. Fino ad oggi ha scritto più di 50 testi che sono stati messi in scena a Singapore, Glasgow, Birmingham, Londra, Dublino, Il Cairo, Melbourne, Busan, Seoul, New Delhi, Hong Kong, Ungheria, Romania e Tokyo. E’ stato premiato con borse di studio dal British Council, e negli Stati Uniti gli è stato conferito il Young Artist Award nel 1997.
Il testo è stato scritto per la famosa attrice malese Siti Khalijah Zainal nel 2013 ed ha debuttato con grande successo nello stesso anno al M1 Singapore Fringe Festival, con la regia di Alvin Tan, direttore artistico della compagnia The Necessary Stage.

Segnaliamo inoltre:

MERCOLEDÌ 24 GIOVEDÌ 25 SETTEMBRE
Ore 20.30 PICCOLO TEATRO STUDIO MELATO
STUDIO PER STORIA DI QU
di Dario Fo e Franca Rame
con Michele Bottini
regia di Massimo Navone
produzione Milano Teatro Scuola Paolo Grassi, Scuola di Scenografia
dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Accademia dell’Arte di
Arezzo, Milano Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, Milano
Scuola di Cinema e Televisione, Laboratorio di Circo Quattrox4

Si tratta di una pièce tragicomica che, attraverso il gioco del racconto fantastico, riesce a toccare temi di estrema attualità, come quello della salvaguardia della cultura e del suo utilizzo per scopi nobili e non discriminatori. Un’occasione per assistere ad uno spettacolo che mette a confronto culture diverse come quella orientale e quella occidentale.
Basato su un racconto del celebre poeta e scrittore cinese Lu Xun (1881- 1936), noto anche per il suo contributo alla nascita della lingua cinese moderna detta semplificata, Studio per Storia di Qu narra le peripezie di un personaggio, con tratti simili a quelli del nostro Arlecchino, interpretato da Michele Bottini. Un cast di oltre 25 giovani attori e musicisti, scelti tra i migliori dell’eccellenza formativa di Milano e non solo.

Oltre agli spettacoli, nello Spazio Conferenze del Chiostro, ci saranno, come di consueto, incontri di approfondimento aperti al pubblico:

GIOVEDÌ 18 SETTEMBRE
Ore 18.00 CHIOSTRO NINA VINCHI | SALA CONFERENZE
CONVERSAZIONE CON I 5 AUTORI DEL PROGETTO PIIGS
Armando Nascimento Rosa (Portogallo); Darren Donohue
(Irlanda); Davide Carnevali (Italia); Maria Tranou (Grecia);
Ferran Joanmiquel Pla (Spagna)
Coordina Ira Rubini – conduttrice per Radio Popolare della trasmissione quotidiana Cult e di quella settimanale Il Suggeritore e voce della rete culturale della Radio Svizzera Italiana.

LUNEDÌ 22 SETTEMBRE
Ore 18.00 CHIOSTRO NINA VINCHI | SALA CONFERENZE
CONTINENTE EURASIA. STORIA, CULTURA E POLITICA
a cura di Aldo Ferrari
In collaborazione con il Forum della Città Mondo
Aldo Ferrari è docente di Lingua e Letteratura Armena, Storia del Caucaso e Storia della Cultura Russa presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, direttore dei Programmi di Ricerca su Russia, Caucaso e Asia Centrale dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) di Milano e presidente dell’Associazione per lo Studio in Italia dell’Asia centrale e del Caucaso (ASIAC).

Ore 19.00 CHIOSTRO NINA VINCHI | SALA CONFERENZE
I DUE ESTREMI DELLA CULTURA >< OCCIDENTE, ORIENTE
coordina Maurizio Gatti – editore di ObarraO edizioni
interventi di:
Matteo Aimini – Docente di Architettura del paesaggio presso il Politecnico di Milano e studioso dell’evoluzione della metropoli tropicale
Giuseppina De Nicola – Antropologa, docente di lingua e cultura coreana presso  l’Università La Sapienza di Roma
Rosella Ideo -Professore emerito di Storia politica e diplomatica dell’Asia orientale, con particolare riferimento alla Corea
Ming Sang Cho – Dipartimento di lingua e cultura coreana dell’Università degli Studi di Milano (CRICCI Milano)
In collaborazione con il Forum della Città Mondo

MERCOLEDÌ 24 SETTEMBRE
Ore 18.30 LUOGO DA DEFINIRE
CONVERSAZIONE CON MASSIMO NAVONE E LA COMPAGNIA
INTORNO ALLA STORIA DI QU
di Dario Fo e Franca Rame.
Attori, scenografi, costumisti, musicisti e video maker, scelti tra i migliori dell’eccellenza formativa, racconteranno la loro esperienza di collaborazione interdisciplinare.

LUOGHI DEL FESTIVAL
PICCOLO TEATRO GRASSI E CHIOSTRO NINA VINCHI
Via Rovello, 2 Milano (MM Cordusio)
PICCOLO TEATRO STUDIO MELATO
Via Rivoli, 6 (MM Lanza)

BIGLIETTI
Spettacoli a pagamento
Intero platea 25 € – Intero balconata 22 €
Ridotto* platea 16 € – Ridotto* balconata 14 €
*(Giovani under 25, Anziani over 65, Abbonati PiccoloTeatro,Feltrinelli)
Biglietto “PIIGS” per ognuno degli spettacoli del 18 e 19 settembre
(ad esclusione de La Crida, nel Chiostro, a ingresso libero) 10€
Biglietto “Asian Tigers” per ognuno degli spettacoli del 22 e 23 settembre 10€
Biglietto speciale Emergency per Stupidorisiko 10€
Riduzione speciale Associazioni aderenti al Forum della Città Mondo 10€

PASS TRAMEDAUTORE
Quattro spettacoli a scelta (escluso Studio per Storia di Qu) 40 €

INGRESSO LIBERO
Tutte le conferenze, tavole rotonde, il concerto di Jovica Jovic e lo spettacolo spagnolo La Crida, che si svolgeranno nel Chiostro Nina Vinchi, sono ad ingresso libero.

PRENOTAZIONI E BIGLIETTERIA
TEATRO STREHLER (L.GO GREPPI, 1)
Lu – Sa 9.45 – 18.45 continuato; Do 13 – 18.30.
Nelle serate di spettacolo, la prevendita dei biglietti è sospesa
a partire da un’ora prima della rappresentazione.
BIGLIETTERIA TELEFONICA 848.800.304
(max 1 scatto urbano da telefono fisso)
Lu – Sa 9.45 – 18.45; Do 10 – 17.
Nelle serate di spettacolo, la prevendita dei biglietti è sospesa
a partire da un’ora prima della rappresentazione.
Per chi chiama dall’estero Tel: + 39 02 42411889
BIGLIETTERIA ON-LINE
www.piccoloteatro.org | www.vivaticket.it

INFORMAZIONI
Outis – Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea
Tel. 02.39257055 | Cell. 393.8761766 | www.outis.it
Outis – Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea
Tel. 02.39257055 | Cell. 393.8761766 | www.outis.it | info@outis.it

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno IV (2014)

Questa voce è stata pubblicata in Festival, Incontri, Spettacoli e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.