Maggio in danza

L’Accademia Sangam presenta: conferenze, ospiti internazionali, spettacoli

6 maggio 2017
concerto spettacolo del Dunia Trio, h. 19.00 al Merano Yoga Meeting
Sala: Palco – Kursaal. Ingresso libero.
http://www.yogameeting.org/il-meeting-/edizione-2021/special-events-4

7 maggio 2017
Laboratorio danza indiana bambini e poi workshop per adulti a Trento:
info: marta_angelilli@hotmail.com
http://www.ashtangayogatrento.com/

15 maggio 2017
L’università degli Studi di Milano presenta la Conferenza-dimostrazione sul Bharatanatyam con la Dott.ssa Lucrezia Maniscotti, ore 8.45, Aula M102, Santa Sofia. 
http://users.unimi.it/india/page.php?page=News

21 maggio 2017
conferenza “scultura e danza nell’India tradizionale” alle 18.00 con l’esperta sanscritista Anna Tosato sulla scultura e la danza dell’India
Associazione Culturale Artè
Via Meda, 25 – 20136 Milano
http://www.arteyoga.it

26-28 maggio
workshop con l’artista Mavin Khoo e conferenza dimostrazione domenica 28 alle 17.30 presso il teatro Pim Off di Milano (via Selvanesco, 75).
Il seminario al momento è al completo, è invece possibile prenotarsi per la conferenza dimostrazione.
https://www.facebook.com/events/167554113731109/

In arrivo:

Indian Summer Festival

dal 22 giugno al 9 luglio 2017
Stay tuned!

Accademia Sangam. Progetto dell’Associazione Sagome Teatro di Milano
Sangam Academy, Sagome Teatro Association of Milan research on Indian Classical Dances
http://www.sagometeatro.com/accademia-sangam/
http://www.lucreziamaniscotti.com/didattica-teaching/

accademiasangam@gmail.com
+39-327901288

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VII (2017)

Pubblicato in Conferenze, Festival, Incontri, Spettacoli | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Maggio in danza

Lezione di Roberta Ceolin

Nell’ambito del corso di Storia dell’arte dell’India, all’Università degli Studi di Milano lunedì 8 maggio ore 8.45 (Aula M102 di via Santa Sofia) si terrà una lezione di Roberta Ceolin, esperta di cultura tribale dell’India, sulle tradizioni dei Rathwa.
La lezione è aperta a tutti gli interessati, che sono i benvenuti.

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VII (2017)

Pubblicato in Conferenze | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Lezione di Roberta Ceolin

SAMVAD: spettacolo a Venezia e Padova

SAMVAD / DIALOGUES
Spettacolo di Danza Classica Indiana Kathak e Bharatanatyam

28 aprile a Venezia (ore 21 Teatro Groggia, Cannaregio 3161)

29 aprile a Padova (ore 21 Spazio Gershwin, via Tonzig 9)

Ideazione e coreografie: Anuj Mishra, Marianna Biadene
con: Anuj Mishra (danza kathak), Marianna Biadene (danza bharatanatyam)
Hriday Desai (voce e sarod), Fabio Lazzarin (tabla), Aldo Vio (clarinetto)

Lo spettacolo Samvad/Dialogues esplora la relazione tra le danze Kathak e Bharatanatyam, due tra i principali stili di danza classica indiana, rispettivamente del Nord e del Sud India. Lo spettacolo propone un dialogo, sul piano coreutico e musicale, tra due stili molto diversi tra loro, ma che condividono una comune origine: la tradizione estetica codificata nel Natya Shastra, l’antico trattato di drammaturgia. E’ a partire da questo testo che si delinea il concetto musicale indiano come fondato su una triade (samgita): la voce, la musica strumentale e la danza. Le tre componenti concorrono nella stessa misura all’evocazione di un particolare rasa, termine di difficile traduzione, variamente reso con ’sentimento’, ’sapore’, ’esperienza estetica’. Un dialogo quindi tra diverse tradizioni performative del subcontinente indiano, ma anche un momento di confronto tra danzatori e musicisti con esperienze formative e professionali diverse, avvenute tra l’India e l’Europa con grandi maestri della tradizione, in un’epoca sempre più ricettiva allo scambio culturale e artistico tra paesi. Lo spettacolo è prodotto dall’Associazione Gamaka in collaborazione con la compagnia AAMDC di Anuj Mishra.

Lo spettacolo Samvad/Dialogues è una produzione originale di Anuj Mishra (India) e Marianna Biadene (Italia). La collaborazione tra i due danzatori/coreografi nasce nel 2013 e continua nel 2014 e 2015 con la produzione di 3 diversi spettacoli presentati al Festival Natyakala (Venezia), al Centro Culturale Altinate (Padova), al Festival Summer Mela (Roma). Anuj Mishra figura oggi tra i più celebri esponenti di danza kathak sulla scena internazionale. Ha presentato spettacoli nei più prestigiosi festival di danza in India, negli Stati Uniti e in Europa. La danzatrice Marianna Biadene ha presentato spettacoli in Italia e all’estero, con frequenti e significative collaborazioni con artisti di fama internazionale, affermandosi come una delle principali interpreti di danza bharatanatyam a livello nazionale. I danzatori muoveranno i loro passi sulle musiche del musicista e compositore indiano Hriday Desai (sarod e voce), accompagnato da Fabio Lazzarin alle percussioni (tabla) e da Aldo Vio (clarinetto).

ANUJ MISHRA

Anuj Mishra proviene da una celebre famiglia di musicisti tradizionali della scuola (gharana) di Varanasi, India. Il suo antenato Shri Shiv Kishore Mishra era un rinomato musicista di sarangi. Suo nonno Shri Nanhu Mishra era un famoso Maestro di tabla e suo padre Pt Arjun Mishra era un maestro ed interprete di danza Kathak molto rinomato. Danzatore e coreografo, Anuj ha studiato con Shri Ramnarayan Mishra a Calcutta e successivamente con uno dei più celebri interpreti di danza kathak di tutti i tempi, il Maestro Padamvibhushan Pt Birju Maharaj. Anuj Mishra ha iniziato la sua formazione molto giovane. Ha studiato per molti anni i tabla (percussioni tipiche della musica del Nord-India) sotto la guida di Pt Ravinath Mishra. Ha inoltre studiato il canto classico indiano del Nord India con il maestro Ustad Gulshan Bharati. Anuj si è esibito in tournee nazionali e internazionali, e ha collaborato con coreografi di fama internazionale come Mallika Sarabhai, Kumudini Lakhia, Rukmini Chatterjee, Karine Saporta. Ha vinto prestigiosi premi e riconoscimenti in festival nazionali ed internazionali, ottenendo numerosi consensi di pubblico e di critica. In India ha ottenuto il prestigioso titolo di Shringarmani, e ha partecipato ad importanti festival nazionali come il Sawai gandharva, Lucknow Mohatsava, Taj mohatsava, Kathak Mahotsava. Si è esibito in diversi paesi europei ed extra-europei quali la Francia, l’Inghilterra, Spagna, Italia, Canada, Isreale, Martinque,Guadalupe. Anuj è stato ospite del Festival Natyakala di Venezia (edizioni 2013, 2014, 2015) e del Festival Summer Mela a Roma (ed.2015). Dal 2013 Anuj collabora con la danzatrice Marianna Biadene, con la quale ha presentato diversi spettacoli e due produzioni originali di danza kathak e bharatanatyam ( Jugalbandhi e Samvad/Dialogues).

INFO & CONTATTI

Marianna Biadene

info: www.mariannabiadene.blogspot.com
email : marbiad@yahoo.co.uk
tel. +39 – 346.596.00.83
Presidente di Associazione Gamaka

email: gama-ka@live.com

info: www.associazionegamaka.blogspot.it
FB: https://www.facebook.com/NatyaKala

 

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VII (2017)

Pubblicato in Spettacoli | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su SAMVAD: spettacolo a Venezia e Padova

Spettacolo a Milano: “Il re e lo spettro”

Il Re e lo spettro
storie di un’anima vittoriosa

Drammaturgia e messa in scena di Enrico Masseroli
Testi e racconti tratti e rielaborati da
“Il re e il cadavere” di Heinrich Zimmer
e “Gli enigmi dello spettro” di Jambhaladatta

Enrico Masseroli performer
Giuseppe Olivini musico

Spazio Sirin
Via V. Vela 15, Milano

Sabato 6 maggio 2017 ore 20,30

ingresso libero a offerta
prenotazione consigliata: sirin@sirin.it

Il re, apparentemente perfetto nella sua pomposa quotidianità, viene irretito dal falso asceta “ricco di pazienza”. Aveva dimenticato che il dono crea un legame, un vincolo, fra chi dà e chi riceve; allora, per il gioco del caso – grazie ad una scimmia ghiottamente curiosa – accade che scatti la trappola. Il nostro re si ritroverà al cimitero di notte, intento a trasportare il cadavere di un impiccato, abitato da uno spettro che pare burlarsi di lui, costringendolo a risolvere i complicati enigmi dei suoi meravigliosi racconti. Colpevolezza ed innocenza, intimamente intrecciate in un sorprendente arabesco, sono raramente palesi. Siamo comunque sempre responsabili di ciò che accade: nulla ci è lontano, nessuno può essere trattato come estraneo.

Vetālapaňcaviṃśati (lett. La venticinquina dello spettro) è la raccolta di racconti più famosa dell’India. Tra essi abbiamo scelto quattro storie esemplari e l’ultima, quella che il re non saprà risolvere. Un silenzio che gli svelerà la via della salvezza.

Cambia te stesso, ed abiterai in un mondo nuovo. Grazie alla lunga, terribile notte, alla sua sincera buona volontà nel sopportare l’impresa, ed allo spettro insospettatamente amico, il re sarà trasformato: tratto dal mondo della pura apparenza, potrà accedere alla realtà del suo essere regale.

Quanti doni la vita ci offre tutti i giorni, senza ostentazione, senza esigere nulla, che noi non ci curiamo nemmeno di aprire? Ognuno di noi non è forse un frutto prezioso? Riusciamo, o almeno proviamo, a liberare dalla personalità quotidiana la gemma del suo seme essenziale?

Secondo la cosmogonia indiana l’universo è la danza di Śiva, il Signore supremo, perenne creatore e distruttore. Il nostro re è un suo avatāra (incarnazione) umano, dunque limitato dai suoi sensi, confinato nella sua saggezza, soggetto alla mortalità della sua forma. Ma lo spazio che li separa non è forse l’illusione necessaria allo spettacolo effimero della creazione? Al di là di ciò non v’è dualità: chi conosce e chi è conosciuto, il devoto e l’icona sacra, l’uomo mortale e il Dio eterno, non sono allora che uno.

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VII (2017)

Pubblicato in Spettacoli | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Spettacolo a Milano: “Il re e lo spettro”

Anuj Mishra a Venezia

Sabato 22 e Domenica 23 Aprile 2017
WORKSHOP DI DANZA KATHAK con ANUJ MISHRA,
insegnante ospite dell’Associazione Gamaka a Venezia

Sabato 22 e Domenica 23 Aprile l’Associazione Gamaka sarà lieta di ospitare a Venezia il maestro Anuj Mishra per un Workshop Intensivo di Danza Indiana Kathak. Rinomato danzatore e coreografo, Anuj è oggi il principale esponente di danza kathak nello stile tipico della tradizione (gharana) di Lucknow. Anuj è direttore della compagnia AAMDC, con la quale ha presentato spettacoli in tutto il mondo. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Gamaka.

Programma: Il programma prevede lo studio della tecnica della danza kathak e di una coreografia di repertorio. Allievo di spicco del celebre danzatore Pt. Arjun Mishra, Anuj è oggi il principale esponente di danza kathak nello stile tipico della tradizione (gharana) di Lucknow. Anuj conduce regolarmente workshop e seminari in India, Europa e Stati Uniti. A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
Orari: Sabato 22 Aprile ore 15.30-18.30 ; Domenica 23 Aprile ore 10.30-17.30
Sede: Sala Danzastorie, Calle del Teatro 1, Sacca Fisola, Venezia
Costi: Sabato + Domenica ( 9h ) 90 € ; solo Domenica ( 6h ) 70 €
Livello: il seminario si rivolge a danzatori ed amatori interessati a confrontarsi con le tecniche corporee ed espressive della danza classica indiana. Non è richiesta previa esperienza di danza kathak, ma è necessaria una buona attitudine al lavoro corporeo.
Iscrizione: Per partecipare al workshop è richiesta la pre-iscrizione entro il 20 aprile. Per informazioni sulle modalità di iscrizione si prega contattare gama-ka@live.com

ANUJ MISHRA proviene da una celebre famiglia di musicisti tradizionali della scuola (gharana) di Varanasi, India. Il suo antenato Shri Shiv Kishore Mishra era un rinomato musicista di sarangi. Suo nonno Shri Nanhu Mishra era un famoso Maestro di tabla e suo padre Pt Arjun Mishra era un maestro e interprete di danza Kathak molto rinomato. Danzatore e coreografo, Anuj ha studiato con Shri Ramnarayan Mishra a Calcutta e successivamente con uno dei più celebri interpreti di danza kathak di tutti i tempi, il Maestro Padmavibhushan Pt Birju Maharaj. Anuj ha studiato per molti anni tabla (le percussioni tipiche del Nord India) sotto la guida di Pt Ravinath Mishra. Ha inoltre studiato il canto classico indostano con il maestro Ustad Gulshan Bharati. Anuj si è esibito in tournee nazionali e internazionali, e ha collaborato con coreografi di fama internazionale come Mallika Sarabhai, Kumudini Lakhia, Rukmini Chatterjee, Karine Saporta. Ha vinto prestigiosi premi e riconoscimenti in festival di nazionali ed internazionali, ottenendo numerosi consensi di pubblico e di critica. In India ha ottenuto il prestigioso titolo di Shringarmani, e ha partecipato ad importanti festival nazionali come il Sawai gandharva, Lucknow Mohatsava, Taj mohatsava, Kathak Mahotsava. Si è esibito in molti paesi europei ed extra-europei quali la Francia, l’Inghilterra, Spagna, Italia, Canada, Israele, Martinque,Guadalupe. Anuj è stato ospite del Festival Natyakala a Venezia (edizioni 2013, 2014 e 2015) e al Festival Summer Mela a Roma (2015). Dal 2013 collabora con la danzatrice Marianna Biadene, con la quale ha presentato diversi spettacoli in Italia e creato due produzioni di danza kathak e bharatanatyam (Jugalbandhi e Samvad/Dialogues).

Informazioni & Iscrizioni:
Associazione Gamaka
http://associazionegamaka.blogspot.it/
email: gama-ka@live.com
tel. +39 3465960083

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VII (2017)

Pubblicato in Workshop | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Anuj Mishra a Venezia

Workshop e spettacolo a Napoli

22 aprile 2017

Workshop e spettacolo di danza indiana
SALON BAIRES – via Piscicelli, 36 – Napoli

Stage di teatro-danza classico indiano – Bharatanatyam
a cura della Dott.ssa Lucrezia Maniscotti direttrice dell’Accademia Sangam (affiliata Cid- Unesco)

Dalle 14.00 alle 19.00

Originario dello stato del Tamil Nadu, lo stile Bharatanāṭya pur avendo origini molto antiche, è uno stile di danza classica teatrale, che si delinea nella forma attuale solo nei primi decenni del Novecento. Caratterizzata da un controllo di tutta la muscolatura che inserisce il corpo in forme geometriche precise e stilizzate, Bharatanāṭya è considerato uno yoga in movimento ed è conosciuto per gli intricati giochi ritmici, per la bellezza delle geometrie del corpo, ma soprattutto per la capacità di farsi teatro di narrazione. Il danzatore diventa a sua volta i personaggi delle storie mitologiche e dei racconti epici e poetici della cultura indiana che interpreta, così come i luoghi che descrive o i sentimenti che incarna. Corpo, anima e mente del danzatore diventano una vera e propria poesia visibile.

ore 21.00 spettacolo
“SIVA, L’ASCETA DANZANTE”

spettacolo di racconti e danze

In meditazione ai piedi dell’Himalaya o danzate dentro il cerchio di fuoco, Siva è l’eterno, la trasformazione, l’onnipresente. “La sua bellezza seduce tutti, persino i saggi. Con la sua danza crea l’armonia che fa nascere il mondo”.

 

INFO&PRENOTAZIONI
info@weyoga.it    info@salonbaires.com
347 122 5757       348 2622770

Lucrezia Maniscotti. Laureatasi presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi di Indologia. Si specialzza in Bharatanāṭya presso la scuola Bharata Choodamani di Chennai diretta dal guru Padmashri Adyar K. Lakshman. Debutta al tempio Kapalishwara di Chennai nel 2009 e da allora, si esibisce e insegna regolarmente sia in India che in Italia, dove ha fondato l’Accademia Sangam.
Ultima recensione su quotidiano nazionale indiano “The Hindu”  dell’agosto 2016: http://www.thehindu.com/features/friday-review/dance/a-fitting-tribute-to-the-guru/article9031972.ece

 http://www.lucreziamaniscotti.com/

 

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VII (2017)

Pubblicato in Spettacoli, Workshop | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Workshop e spettacolo a Napoli

Bharatanatyam: workshop 2017 a Dulcamara

WORKSHOP 2017 con Nuria Sala Grau
7-8-9 luglio

BHARATANATYAM
LA DANZA DEGLI DEI

presso DULCAMARA
Via Tolara di Sopra 78
Ozzano dell’Emilia (Bologna)

Lo stage è aperto a chi già conosce il Bharatanatyam e a chi vuole iniziare o avvicinarsi a una nuova tecnica di teatro-danza. Si prevedono due livelli e si lavorerà con i seguenti elementi:
– ADAVU base tecnica della danza
– MUDRA gesti delle mani
– SOLLUKUTTU linguaggio delle sillabe mnemoniche
– ABHINAYA l’espressione nell’arte
– COREOGRAFIA
– TEORIA

Confermare l’adesione all’indirizzo
gabrielebaldoni@alice.it
e versare 70 (settanta) euro a titolo di caparra.
Pagamento con bonifico presso:
Unicredit Banca S.p.a. filiale di Via Toscana, 58/a – Bologna
Codice IBAN IT 67 J 02008 02414 000002675714

LA DANZA INDIANA



Il Bharatanatyam porta in sé esperienze che toccano molteplici campi della percezione e del pensiero: la memoria del corpo, l’intrinseca relazione tra pensiero e corpo, lo svelarsi dei sentimenti e le emozioni come campi energetici in continua evoluzione, la visione del corpo come strumento polifonico e cosmogonico sensibile e vibrante, capace di dare risposta a molti livelli ed essere sempre nuovo e attuale. 

La danza Indiana affonda le sue radici nei rituali dei templi vedici e nella Filosofia Samkya. Il danzatore cosmico, Shiva Nataraja (Re della Danza), crea e dissolve il mondo con la sua danza. Divinità amata e temuta da tutto il pantheon mitologico Indiano, oscuro e misterioso, luminoso e liberatorio, ascetico e voluttuoso… Gli opposti si combinano in lui alla perfezione. La sua danza ci ricorda che il corpo è come tutto l’universo: microcosmo e macrocosmo. 

La pratica del Bharatanatyam richiede anni di studio e formazione in settori diversi: danza, teatro, ritmo, canto, mitologia, analisi poetica, interpretazione delle emozioni “rasa”. Nel portare sulla scena i testi Mitologici, si attualizzano i contenuti, permettendo di andare oltre il contesto culturale e divenendo universali e unificanti. Lo stato del corpo, il rispetto e l’ascolto del nostro strumento, la disponibilità ad aprirsi a nuove esperienze di trasformazione sono fondamentali. Il concetto di Sphota, stato di apertura di magia totale che si può vivere nell’atto di danzare, dove non c’è nulla né prima né dopo, c’è un essere presente che è eterno. Si celebra la bellezza e la potenza dell’arte.



Nuria Sala Grau
http://www.nuria-artedanza.com

Nuria Sala Grau docente di Bharatanatyam presso il Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza. Danzatrice e coreografa, discepola di Krishnaveni Lakhsmanan in danza e di Kamala Rani in musica, dopo la loro scomparsa ha continuato la sua formazione con noti maestri dell’accademia Kalakshetra di Chennai: Leela Samson, Savithri Jagannathan Rao, Ambika S. Buch, Bala Gopalam. La sua formazione è continua dal 1988. Diplomata in Psicoterapia e formata come danza-educatrice. Nuria attualmente risiede a Milano e combina la sua attività artistica con l’insegnamento del Bharatanatyam e della danza contemporanea nelle scuole, nelle università e nelle associazioni culturali. Il suo lavoro è stato presentato in teatri internazionali.

Collaborazioni: Sandip Mallick, Vilas Patil, Amelia Cuni, Federico Sanesi, Madhuri Chattopadhyay, Brigitte Revelli, Chantal de Launay, Ghislaine de Montaudouin, Giuliana di Benardo, Maresa Moglia, Stephen James, Gianni Ricchizzi, Savitry Jaganat Rao, Flavia Bucciero, Ujwal Mukund Bole, Cristina Negro, Fausta Squatriti, Neela Bhagwat, Augusto Modigliani, Mirella Costa, Paolino Dalla Porta, Marilia Albanese, Melina Mulas, Astad Deboo, Barbara Friedrich, Luca Scarzela, Carla Sanguineti,Vicenzo Zitello, Francesca Cassio, Germana Giannini…

__________

Pubblicato in AsiaTeatro, Anno VII (2017)

Pubblicato in Workshop | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Bharatanatyam: workshop 2017 a Dulcamara